Dimagrire marinando…il cibo. 12 Ottobre 2015 – Posted in: Dieta, il Blog, Ricette – Tags: , , , , , , , ,

Come promesso, in questo articolo parliamo di marinare il cibo e di come questa preparazione sia un ottimo alleato della nostra linea.
Innanzi tutto, chi sono stati i primi a marinare i cibi?

Secondo alcune fonti, sembrerebbe che i responsabili di questa preparazione e del suo nome siano stati i marinai,
che utilizzavano le marinate per conservare il cibo per le lunghe tratte tra i mari.01

Ad oggi, la marinata è usata per insaporire carni, soprattutto prima di un barbeque, pesci, verdure e nell’alta cucina uova.
Iniziamo dagli ingredienti base:
Una marinata DEVE essere composta da una parte oleosa, una acida e una aromatica.
In sostanza olio per la parte oleosa, aceto/vino per la parte acida  e spezie/erbe per la parte aromatica.
Tra i suoi scopi non c’è più la conservazione del cibo, quanto piuttosto il sapore. Si marinano alcuni tipi di carne per provare un nuovo gusto, per “pulire” la carne da un gusto troppo forte, come nel caso delle selvaggine, o per renderle più morbide.
Stesso dicasi per il pesce e le verdure.

MARINARE LA CARNE.
I tagli più indicati sono quelli di carne magra, o alla quale si può facilmente togliere il grasso.
Ecco alcune idee:
#marinatura alla birra per carni rosse come filetto di manzo:
1/2 bicchiere di olio Extravergine di oliva
1bicchiere di birra a scelta
1/2 bicchiere di succo di limone
1 cipolla tagliata a spicchi
2 spicchi d’aglio privati del germe interno
alloro e/o rosmarino.
02

Tagliate il filetto a pezzi uguali.
In una ciotola mescolare gli ingredienti sopra elencati e adagiare la carne per 4-8 ore.
Cuocere sulla griglia o sulla brace al livello di cottura che si preferisce.
Lasciar riposare la carne dopo la cottura per qualche minuto.
Godersela senza l’aggiunta di sale!

MARINARE IL PESCE
I pesci ideali da marinare per la cottura in forno o alla griglia, sono quelli che hanno una carne resistente e spessa, ad esempio il tonno, la rana pescatrice, il merluzzo…
#marinata per il pesce da cuocere al forno
2 cucchiai di olio extravergine di oliva di ottima qualità
alloro,curcuma e cumino
1 bicchiere di succo di arancia spremuto
(se piace) pepe rosa e zenzero spremuto.
04-marinatura

Questa è in assoluto la mia preferita per pesci a carne bianca o gamberoni.
Il vantaggio della marinatura del pesce è che avendo una carne più morbida della carne vera e propria,
ha bisogno di 10-15 minuti. Inoltre, il pesce più della carne “tira fuori” il suò sapore marino,
il che ci permette di non aggiungere sale alle nostre preparazioni.
Da provare!

MARINARE LE VERDURE
Per i nostri amici vegetariani, se non hanno già avuto sentori di nausea o di astio nei miei confronti, ecco qui una marinata che faccio da tantissimo tempo per le zucchine. Ma buona anche per altri vegetali.
#marinata agrodolce per zucchine crude o grigliate.
Ingredienti
3-4 zucchine (a buccia verde scura)

150ml aceto di mele/di vino bianco
2 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaio di olio Evo
1 spicchio d’aglio
2w5oryo

Lavare e sbucciare le zucchine e tagliarle a fettine o a rondelle a piacimento.
In un contenitore mescolare tutto l’aceto con lo zucchero e girare finché si sarà sciolto.
Alternare in un contenitore di vetro uno strato di zucchine(crude o precedentemente grigliate)
con uno della miscela di zucchero e aceto.

Ogni due o tre strati aggiungere qualche goccia d’olio e lo spicchio di aglio precedentemente tagliato a pezzettini.
Far marinare in frigorifero per almeno 2 ore.
Se state tenendo sotto controllo l’apporto di sale, mangiatele su pane sciapo!

MARINARE L’UOVO.
Da un’idea dello chef eclettico Carlo Cracco, una marinatura dell’uovo semplificata, ma a base di sale e zucchero.
A voi il video.
https://www.youtube.com/watch?t=4&v=FtUDvmWqb9c