Sindrome pre/post Natalizia. Natale come un parto. 20 Dicembre 2015 – Posted in: Dieta, il Blog – Tags: , , , ,

Se avete seguito i miei precedenti post, vi ho pubblicato qualche ricetta “abbassa Kcalorie” per affrontare queste feste con leggerezza. Almeno a tavola.
Perchè il primo concetto chiave per affrontare una dieta è essere sereni.
La frustrazione ha una massa.
Provate a pesarvi sulla bilancia di casa facendo un pensiero felice.
Scendete.
Pensate a qualcosa che vi fa incazzare, che non siete riusciti a risolvere.
Risalite. Visto?
La mia frustrazione pesa 0,4 kg. La vostra?ragazza-bilancia
Chiedo scusa.
Fate il contrario, prima incazzati, poi felici.

Per cui ecco qui, che Natale è tra meno di una settimana, i regali sono (quasi) tutti fatti e (quasi) tutti imballati, nascosti negli armadi per i bambini, dentro a bustoni strappati per gli adulti.
Se doveste ancora farne, il vostro livello di frustrazione natalizia è a 1/10.
[…]Se pensando al Natale, ricordate le grida di nonna/mamma nelle orecchie, il mattarello che batte la pasta, l’odore di fritto dalle 7.00 di mattina, i gingilli colorati da mettere intorno ai piatti,tutti gli ‘apparecchia!’ , la pila infinita di stoviglie da lavare,i ‘no, a tuo nonno l’altra forchetta’, la vostra pancia gonfia e gli avanzi di settimane…
Il vostro livello di frustrazione sale a 3/10 velocissimamente.
Secondo diversi psicologi e counselor(s), esiste una vera e propria sindrome pre e post Natalizia.
Come per il parto, come per la menopausa.
I principali fattori di stress sono: i parenti. (4/10)
Buona parte di loro non vengono (reciprocamente) considerati per tutto l’anno, ma verso il 15-20 di Dicembre ce li ricordiamo come l’appuntamento dal commercialista.
Che fai, non li inviti?
Che pal**, mi diranno sempre le stesse cose.
E grazie, i loro ultimi aggiornamenti sulla tua vita risalgono a quando hai tolto il pannolino.
Potevi fargliela una chiamata verso maggio, no? Così, per spezzare il semestre.
Il tempo, i regali, i soldi.(5-6-7/10)
Questi tre li metto insieme. Fare i regali costa soldi.
La tredicesima è stata inventata per fare i regali di Natale.
Fare regali costa tempo.
Il 24 Dicembre di ogni anno dalle 11.30 alle 19.00.
La felicità.coca_cola_bubbles-e1351441498523
Coca cola e orsetti bianchi a parte, non c’è niente di peggio che dover FINGERE la felicità, con i parenti di cui sopra a cui si è comprato un regaloin fretta, che è costato un casino.(8/10)
E il menù? (9/10)
Ecco, veniamo alla mia materia.
Se non avete già distrutto lo schermo per l’ansia che vi ho provocato, vuol dire che non fate parte del gruppo “Natale è uno stress”.
Evviva!
Se invece siete nel gruppo, ma avete resistito, siete dei duri.
Entrambi  vi siete meritati dei consigli per non rendere (almeno) i menù, un problema sulla bilancia del 7 gennaio!
Nel prossimo articolo, che uscirà in qualche ora vi darò 9 consigli per non prendere peso durante le feste.


Che sia un Natale Meraviglioso, di cuore.
come-sopravvivere-al-natale-senza-stress