Lunedì piccante. 31 Luglio 2017 – Posted in: Dieta, il Blog

Articolo senza preamboli, ma con un sacco di informazioni serie travestite da chiacchiericcio.

La capsaicina, responsabile e colpevole della piccantezza di peperoni e peperoncini, è uno dei risultati del metabolismo di un acido grasso monoinsaturo (delle piante).
Onestamente non  ho idea se i grassi mono e poli insaturi si considerino “buoni” anche per il metabolismo delle piante.

Si, anche le piante hanno un metabolismo,anzi più di uno per l’esattezza.
No, non posso fatturare al mio basilico la sua notevole perdita di volume.

Ad ogni modo: ” Signori e signore, vestita di rosso, con un fascino da infiammare le papille gustative, e un sorriso ammaliante, ecco a voi: Capsaicina!”
[Applausi]
capsaicina

Lo so, vi aspettavate Jessica Rabbit, invece come tutte le belle signorine normali, Capsaicina, deve fare i conti con le voci di corridoio che la precedono.

Comunque avere delle aspettative sull’aspetto chimico di qualcuno non è carino.

#1 : Non è’ piccante nel profondo.
Il più alto contenuto di capsaicina, si trova tra la buccia (parete) del peperoncino e quel filamento che sostiene i semi. (placenta). I semi contengono capsaicina, in percentuale più bassa, soltanto nella parte esterna.
Dentro, nada.
[Oooooh]

#2: E’ stabile ed equilibrata.
Puoi portarla in vacanza ai Caraibi o in Groenlandia, rimane piccante (e sexy) ad alte e basse temperature. Regge bene cottura e congelamento.

#3: Ha una potente azione vasoattiva.
“Richiama sangue se applicata a livello topico.”
(eh?) -> Traduco:
Se vi spalmate la ‘nduja al posto della protezione solare, brucia. Tanto. *

Questo perchè, nel momento in cui entra in contatto con la pelle, stimola l’afflusso di  sangue nella zona interessata.
No, se state pensando che potrebbe aiutarvi a far circolare meglio il sangue in zone interessanti per voi o il vostro compagno, il peperoncino NON E’ UNA SOLUZIONE.
Sarò banale, ma dovreste consultare un medico.
Anche perchè:

#4: Ha un potere irritante molto elevato, soprattutto a carico delle mucose.
La mucosa è la tappezzeria dell’ interno di alcuni apparati organici (orale, vescicale, nasale).
E’ il tessuto a fiorellini interno alla vostra borsa.
Ecco, lì non si mette il piccante per far circolare il sangue.
No, no, no.

#5: E’ sconsigliato se si soffre di gastrite o reflusso.
Se nel vostro stomaco abita la vecchia bacchettona sig.ra Gastrite o suo marito Reflusso, Capsaicina non può neanche avvicinarsi.
La prima avrà da ridire sul suo malcostume, il secondo non va molto d’accordo con la comitiva di lei. I succhi gastrici.

#6:Per renderla meno piccante, bisogna mangiare del pane o dei crackers.
Voci di corridoio.
In realtà, pane o crackers (o alimenti simili), svolgono sulla lingua un’azione meccanica.
Fanno da rastrello e si portano via un po’ della Capsaicina dalle papille gustative.
Non fanno nulla di funzionale. In merito cioè alla sua attività stimolante ed eccitante.
Lei si inibisce solo in presenza di Caseina, amica di cui abbiamo parlato la scorsa settimana, di oli o altri grassi.

#7: La cosa che ci interessa di più, fa dimagrire?
(Ancora) non esiste un singolo elemento/alimento che fa dimagrire.
Pensateci un attimo.
Ogni integratore, bevanda, programma online miracoloso, preghiera del metabolismo è associato e non si sostituisce ad uno stile di vita sano ed equilibrato, ad una dieta e a un minimo di attività fisica.
E’ d’aiuto, poichè stimola il consumo di calore per aumentare il metabolismo (termogenesi), ma dire che fa dimagrire è come dire che per costruire una strada serve il cemento.
Senza operai, stipendi, permessi,  ingegneri, il cemento è solo polvere.
Secondo alcuni studi, aiuterebbe anche ad evitare l’insorgere del fegato grasso, dei disordini metabolici e dell’obesità.
La capsaicina è una specie di premio produzione. Se già c’è un’azienda che funziona, è una piccola gratificazione per tutti.

Ricapitoliamo:
Fa dimagrire? Ni, può essere d’aiuto se già state facendo il grosso del lavoro.
Fa bene? Si, senza esagerare.
Si spegne col pane? No,meglio oli, latte o derivati del latte.

Fonti:
– Acute capsaicin supplementation improves resistance training performance in trained men. Conrado de Freitas M1Cholewa JMFreire RVCarmo BABottan JBratfich MDella Bandeira MPGonçalves DCCaperuto ECLira FSRossi FE.

– Gut Microbiota Mediates the Protective Effects of Dietary Capsaicin against Chronic Low-Grade Inflammation and Associated Obesity Induced by High-Fat Diet. Kang C1Wang B1Kaliannan K2Wang X1Lang H1Hui S1Huang L1Zhang Y1Zhou M1Chen M1Mi M3.

– Dietary capsaicin and antibiotics act synergistically to reduce non-alcoholic fatty liver disease induced by high fat diet in mice. Hu J1Luo H1Jiang Y1Chen P1.