Rispondo Lunedì 2 Ottobre 2017 – Posted in: Dieta, il Blog

question

#1. Il burro è il male del mondo?


Nessun alimento è il male del mondo.
[Non mi riferisco a problematiche ambientali, di cui so poco e male.]
Il burro è un alimento grasso (oltre 80% di grassi,un po’ meno dell’olio), con una notevole quantità di Vit. A, che cambia e notevolmente rispetto ai mangimi di cui l’animale si è nutrito.
Come per ogni alimento “out-of-diet” consumarne poco, non molto spesso è una buona possibilità.
[Non mi riferisco a problematiche ambientali, di cui so poco e male.]

#2. Integrale è sempre meglio di “bianco”?
Se parliamo di grano/frumento, la risposta – indovinate un po’- è DIPENDE.
In linea generale, quando si confrontano questi due prodotti, ci si riferisce soprattutto a pane, pasta e dolciumi. In quel caso, soprattutto nei dolciumi, quelli di farina integrale hanno un impatto glicemico leggermente più basso (la glicemia sale più lentamente) e il loro apporto di fibra è invece più elevato.
Per cui consumando la stessa quantità di pane bianco/pane integrale o di pasta bianca/ pasta integrale, assorbiamo più grammi di fibra, che è d’aiuto per processi digestivi e per la funzionalità intestinale.
Ma non è tutta fibra ciò che luccica. (?)
Per alcune patologie/disturbi del tratto intestinale, l’introito di fibra da queste fonti è più impegnativo per l’intestino e può favorire il mantenersi di sintomatologie tutt’altro che piacevoli.

#3. Posso affrontare una gravidanza essendo vegetariana/vegana?
Certo che si. In entrambi i casi avrai bisogno di un esperto della nutrizione che possa aiutarti a scegliere gli alimenti, che controlli le frequenze con cui li assumi e che collabori con il tuo ginecologo per valutare se e come migliorare il tuo stato di salute.
Sul vegetarianesimo al momento si procede con un po’ più di tranquillità, le uova e i formaggi ci tranquillizzano molto come professionisti.

#4. Lavoro in ufficio, durante la giornata non mangio molto, ma la sera…
Questo caso è molto comune per chi svolge un lavoro sedentario.
Mattina colazione più o meno equilibrata, spuntini del mattino se presenti piuttosto scarsi (anche solo un caffè), pranzo “da ufficio” con insalatine/riso bianco o altre pietanze leggere.
Poi diretti a cena con una fame che sbranare mariti, figli e cani è giustificabile.
Cosa fare? Invertire questa tendenza.
– Fare una colazione abbondante (si può richiedere qualche minuto in più, ma fate un tentativo.
– Fare più di uno spuntino durante la mattina, ma leggero a base di frutta/ frutta secca .
– Fare un pasto completo a pranzo (carboidrati-proteine-verdura).
– Mangiare dopo il pranzo o a qualche ora dal pranzo un frutto.
– Spezzare il pomeriggio con 1-2 piccoli spuntini, soprattutto se si cena tardi.
– Cenare con pasti leggeri (che se si sono rispettate tutte le voci sopra, diventerà più facile!)

#5. Mi consigli una tisana detox?
mhm… Diciamo, per essere cortesi, che non sono la persona più adatta.
Se consiglio le tisane è solo per integrare dei liquidi che abbiano un sapore diverso dall’acqua.
Troppo spartana?